la mia visione di cosa sia il Partito Democratico Italiano

"...Certo chi combatte può morire, chi fugge resta vivo, almeno per un po’…Agonizzanti in un letto, fra molti anni da adesso siete sicuri che non sognerete di barattare tutti i giorni che avrete vissuto a partire da oggi per avere l’occasione, solo un’altra occasione di tornare qui sul campo di battaglia per urlare ai nostri nemici che possono toglierci la vita ma non ci toglieranno mai la LIBERTA’! Alba Gu Brath!" (Cit. Braveheart discorso all'esercito scozzese.

ecco come la vedo io:

solo lavorando uniti noi dimostrando vistosamente quanto valiamo in faccia a chi pensa che siamo solo buoni a borbottare tutto il giorno come fa Grillo e di Pietro potremo dire che saremo pronti ad effettuare il cambiamento che serve al PD.il senso del pensiero è che dobbiamo creare e scrivere proposte come quelle che sono state scritte dalla dirigenza Nazionale del PD e postate sul sito ufficiale del PD. Noi il primo passo è quello di iniziare a partecipare attivamente per ascoltare molto bene, poi potremo cominciare a tirar fuori idee e proposte per l'Italia. Alla fine del processo chiederemo le Primarie di PD e vincerà la proposta migliore. il voto degli iscritti può anche risultare differente dal voto aperto al popolo delle primarie PD.le persone che hanno votato a quelle aperte sono le stesse che hanno deciso in quelle degli iscritti. il metodo per creare la differenza sostanziale è quello di invogliare tutti dai sedicenni in su ad ascoltare noi di insiemeper il pd per poi invitarle a scrivere sempre insieme a noi senza gerarchie o personalismi le proposte sulle idee. il voto degli iscritti da solo un'indicazione, sta al nostro amato cervello decidere di non aver paura e di giocare a cuore aperto. Vedete? il discorso di William Wallace di Braveheart ci si allinea al nostro. il Ministero dell'Istruzione crea tutte le basi, poi sta agli istituti saper scegliere i migliori che sappiano coinvolgere e non strsene a leggere il giornale per cazzi loro. noi però potremmo fare un lavoro di cominciare a provare come fare, per non trovarci poi con le mani in mano quando sarà il momento. L'Italia chiede questo da anni, ma a nessuno è importato troppo. Oggi abbiamo un disordine diffuso in tutti i generi di impiego pubblico e privato, dal Turismo ai ministeri dove si fa ricerca. dall'operaio al manager dell'azienda è la catena. noi dobbiamo cominciare dall'Operaio che deve assemblare e poi andremo dritti verso il manager che firma per la vendita dell'oggetto/prodotto finito.

Visualizzazioni: 76

Commento

Devi essere membro di Insieme per Campodem-PD per aggiungere commenti!

Partecipa a Insieme per Campodem-PD

Circolo online del Partito Democratico nazionale

Attività Recenti

Icona profiloSebastiano Grasso e Vincenzo Galletta si sono uniti a Insieme per Campodem-PD
16 Giu
Icona profiloTatiana Giordano, Alberto Colombelli e Claudio si sono uniti a Insieme per Campodem-PD
23 Mag 2017
Maria Laura Moretti è ora membro di Insieme per Campodem-PD
7 Ott 2016
Insieme per campodem-PD ha lasciato un commento su Stefano
"benvenuto"
3 Ott 2016
Icona profiloagostino ottavi e Stefano si sono uniti a Insieme per Campodem-PD
3 Ott 2016
Alessandro Cavaglia' è ora membro di Insieme per Campodem-PD
1 Ott 2016
Insieme per campodem-PD ha lasciato un commento su Alberto Gaffi
"Benvenuto!"
30 Set 2016
Icona profiloAlberto Gaffi e Carlotta Gualco si sono uniti a Insieme per Campodem-PD
30 Set 2016

Note di Sandro Gozi

© 2020   Creato da Insieme per campodem-PD.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio